SIA – Gruppo Indra – rafforza Minsait in Italia con l’acquisizione di Net Studio

Net Studio è stata acquisita da SIA – società appartenente alla holding Indra, che in Italia opera attraverso Minsait – per integrare il proprio catalogo di soluzioni e servizi in ambito Cybersecurity.

Net Studio comprende un team di oltre 70 esperti, e importanti esperienze nei settori dell’industria, della finanza e dell’energia che le hanno permesso una rapida crescita. Il portafoglio di soluzioni include la Governance e la gestione delle Identità Digitali, la gestione degli Accessi e degli Account Privilegiati e la Governance dei dati.

L’integrazione nel Gruppo Indra rafforza notevolmente l’offerta Minsait in Italia, che già vanta importanti progetti di Cybersecurity in ambito Telco, Museale, Pubblica Amministrazione e Forze dell’Ordine per le tematiche di Security Assessment, Governance, Risk & Compliance e Digital Security.

Le parole di Pedro García, CEO di Minsait in Italia: “Questo accordo conferma la nostra scommessa sulla Cybersecurity come uno dei driver di crescita in Italia, che grazie ai nostri professionisti ha raggiunto uno dei più alti tassi di crescita nel mercato IT. Dalle competenze combinate di Net Studio e Minsait nasce l’offerta di riferimento nella Cybersecurity in Italia”.

Net Studio manterrà l’attuale team manageriale, che sarà guidato da Francesco Casertano, già responsabile Cybersecurity di Minsait. Ha dichiarato: “Le sinergie che genererà l’ingresso di Net Studio nel nostro Gruppo, ci permetteranno di creare la più completa e robusta offerta di gestione delle identità digitali nel mercato italiano, rispondendo così alle crescenti esigenze di protezione che la trasformazione digitale sta creando per le aziende e le istituzioni italiane”.

I fondatori di Net Studio hanno aggiunto: “Siamo molto felici di entrare a far parte del Gruppo Indra. Vanta una forte presenza internazionale e, attraverso Minsait, ha avuto una rapida e solida espansione in Italia negli ultimi anni, diventando un attore chiave nella digitalizzazione del Paese. Siamo certi che questa unione aiuterà ad accelerare la nostra crescita, per offrire alle aziende e alle istituzioni italiane il servizio di protezione più completo e avanzato sul mercato”.